Dall'idea di un fedele un trittico in una chiesa di Livorno

Quando Massimo, avvocato livornese, soprannumerario, ebbe l’idea di abbellire la sua parrocchia con un dipinto della Madonna era da solo, sabato 25 marzo all’inaugurazione della nuova pala d’altare, un trittico composto da tre grandi tele, c’erano con lui gli amici del “Comitato per la Bellezza” e tantissimi altri che in questi due anni sono rimasti coinvolti dall’idea.

Opus Dei - Dall'idea di un fedele un trittico in una chiesa di Livorno

La chiesa, molto grande, eretta in ringraziamento alla santissima Vergine nella prima metà dell' '800 per aver fermato l’epidemia di colera, aveva solo un piccolo quadro rappresentativo del titolo di Madonna del Soccorso, poco visibile nei grandi spazi dell’edificio.

Un'osservazione che Massimo Cenerini condivide con degli amici che frequentano il circolo di cooperatori e nasce così l’idea di costituire un "Comitato per la Bellezza", per donare alla città di Livorno opere d’arte che siano significative dal punto di vista religioso e civile.

Quello che Massimo non poteva immaginare era la portata apostolica straordinaria che tutto ciò avrebbe significato: onorare la Vergine in città ha portato tanti a riavvicinarsi alla fede e ai sacramenti. Anche la presenza all'inaugurazione delle autorità cittadine e regionali testimonia il grande interesse che questa iniziativa ha prodotto.

Si sa che una ciliegia tira l’altra e così, dopo aver consultato i giovani artisti della Scuola di Arte Sacra di Firenze, un’iniziativa di formazione rivolta proprio al sacro nell’arte, il progetto prende forma: sarà un trittico, composto da una pala centrale raffigurante la Madonna del Soccorso e due pale laterali con san Josemaría e il beato Álvaro da una parte e dall’altra il beato Pio Alberto del Corona e il venerabile Giovanni Battista Quilici, entrambi sacerdoti livornesi.

Massimo Cenerini presenta la pala.

A Massimo si affiancano Genesio, Giancarlo, Gabriele, Camillo, Stefano, David e Roberto: incontri, progetti, romerie alla Madonna di Montenero, il circolo per cooperatori che si allarga. Si cercano i soldi per pagare il lavoro degli artisti e tutto serve alla causa, da una cena sulla spiaggia all’asta di beneficenza. David e Paola per festeggiare i 25 anni di matrimonio decidono di chiedere agli amici come regalo un contributo per la pala della Madonna del Soccorso.

Adesso c’è a Livorno un nuovo “punto di ritrovo”, ha detto il direttore artistico della Scuola di Arte Sacra Ignacio Valdés, prendendo come esempio i punti di raccolta per la sicurezza presenti negli edifici pubblici: è un punto di ritrovo per pregare la Madre di Dio e i santi che le fanno da corona, perché intercedano per gli abitanti di questa città toscana, per le loro famiglie e per i giovani.