Il triduo di san Josemaría a Cosenza

A Cosenza, in occasione della festa di san Josemaría, è stato celebrato un triduo in onore del fondatore dell’Opus Dei.

Opus Dei - Il triduo di san Josemaría a Cosenza

Ogni anno in tutto il mondo vengono celebrate delle Messe in memoria di san Josemaría, fondatore dell’Opus Dei. Quest’anno a Cosenza il parroco della chiesa di San Nicola, insieme ad alcuni amici e fedeli dell’Opus Dei, ha voluto organizzare un triduo in onore del fondatore dell’Opus Dei.

“Per me in particolare - racconta uno dei fedeli che hanno partecipato al triduo - sapere che durante la Messa quotidiana ho dietro le spalle lo sguardo sorridente di san Josemaría mi dà un senso di tranquillità e di gioia. Questo senso di allegria viene rafforzato dal fatto che il giovane viceparroco si è preso molto a cuore il fondatore dell’Opus Dei. Nelle sue omelie fa spesso riferimento a San Josemaría e lo richiama sempre nella preghiera eucaristica. Inoltre è stato molto bello notare le persone che entravano anche solo rapidamente in parrocchia per un saluto al Signore e una visita alla reliquia di san Josemaria”.

Nei tre giorni precedenti il 26 giugno un gruppo di fedeli si è riunito per pregare insieme il rosario e per assistere alla Santa Messa. Il triduo è iniziato il 23 giugno, con l’invocazione della Madonna e di san Josemaría affinché possa finire la pandemia. Il giorno successivo le preghiere sono state fatte per chiedere al Signore misericordia verso tutti coloro che sono morti per la pandemia, le loro famiglie e aiuto per coloro che sono stati danneggiati nella salute e nel lavoro.

Il 25 giugno, ultimo giorno del triduo, sono stati recitati i primi vespri della memoria di san Josemaría e nelle intenzioni del rosario i fedeli hanno chiesto l’intercessione della Madonna e di san Josemaría per chiedere al Signore che aiuti e protegga la città di Cosenza e i suoi abitanti. Alla fine della celebrazione eucaristica nell’ultimo giorno del triduo è stata scoperta un’effige di san Josemaría, con benedizione di una reliquia “ex ossibus”.

I testi per la preghiera del rosario utilizzati di giorno in giorno sono stati presi da Il Santo Rosario meditato dal fondatore dell’Opus Dei.