Angelus di domenica 6 ottobre 2002

Discorso del Papa Giovanni Paolo II all'Angelus del 6 ottobre 2002.

1. Al termine di questa solenne celebrazione liturgica, vorrei salutare cordialmente tutti i pellegrini giunti da ogni parte del mondo. Un saluto speciale rivolgo alla delegazione governativa, alle numerose personalità e ai pellegrini dell’Italia, dove il novello Santo ha largamente operato per il bene delle anime e la diffusione del Vangelo in ogni ambiente.

[2. Saluto cordialmente le delegazioni e i pellegrini francofoni venuti per la canonizzazione di Josemaría Escrivá. Possano essi trovare nell'insegnamento del nuovo Santo gli elementi spirituali che sono loro necessari per camminare sulla via della santità lungo il loro cammino quotidiano! Vi benedico tutti con affetto.]

[Invito i membri delle varie delegazioni e tutti voi che siete giunti dai Paesi anglofoni a prendere a cuore la lezione del nuovo santo: Gesù Cristo dovrebbe essere ispirazione e meta di ogni aspetto della vostra vita quotidiana. Affido voi e le vostre famiglie alla sua intercessione e invoco abbondanti benedizioni sul vostro impegno e sul vostro apostolato.]

[Saluto cordialmente i pellegrini di lingua tedesca che partecipano ai festeggiamenti per l'elevazione all'onore degli altari del sacerdote Josemaría Escrivá de Balaguer. La sua parola e il suo esempio vi incoraggino ad anelare alla santità. Svolgete i piccoli compiti quotidiani con amore verso Dio! Il Signore doni a voi tutti la Sua Grazia!]

[Saluto tutte le Delegazioni ufficiali, come pure i numerosi partecipanti alla canonizzazione di Josemaría Escrivá de Balaguer, giunti dalla Spagna e dall'America Latina. Accogliendo, come Pietro, l'invito di Gesù a prendere il largo, siate apostoli nei vostri ambienti. Che in questo cammino vi accompagni la Vergine Maria e l'intercessione del nuovo Santo!]

[Saluto anche i partecipanti di lingua portoghese qui presenti. Possa il Santo Josemaría servire da modello nell'impegno per la santificazione del vostro lavoro e delle vostre famiglie! Lodato sia Nostro Signore Gesù Cristo.]

[Saluto cordialmente tutti i membri dell’Opus Dei, i devoti del Santo Josemaría e tutti i pellegrini della Polonia. La sua intercessione sia per tutti propiziatrice di grazie, e il carisma della sua vita vi ispiri sulle vie del progresso spirituale. Dio vi benedica!]

3. L’amore per la Madonna è una caratteristica costante della vita di san Josemaría Escrivá, ed è parte eminente dell’eredità che egli lascia ai suoi figli e figlie spirituali. Invochiamo l’umile Serva del Signore affinché, per intercessione di questo suo figlio devoto, conceda a tutti noi la grazia di seguirla docilmente nel suo esigente cammino di perfezione evangelica.

Infine saluto cordialmente il Prelato e tutti i membri dell'Opus Dei: vi ringrazio per tutto quello che fate per la Chiesa.