Messaggio del prelato (1 maggio)

Il prelato dell’Opus Dei ci invita a intensificare il nostro rapporto con la Vergine Maria attraverso la romeria del mese di maggio.

Lettere pastorali e messaggi
Opus Dei - Messaggio del prelato (1 maggio)

Carissimi, che Gesù protegga le mie figlie e i miei figli!

Comincia il mese di maggio e in molti luoghi è consuetudine intensificare l'atteggiamento filiale nei confronti della Santissima Vergine. Cerchiamo di farlo personalmente, in particolare mediante la romeria a un santuario mariano o a una immagine di Santa Maria, con il tono semplice e amichevole che ci ha proposto e insegnato san Josemaría.

In queste romerie preghiamo in particolare per quelli che sono morti in questo periodo di pandemia e per quelli che stanno subendo più da vicino le sue conseguenze.

Con l’immaginazione della carità possiamo fare in modo che queste romerie siano in qualche modo alla portata anche di persone malate o anziane più vulnerabili, approfittando delle tecnologie. Così dalle mani della Vergine semineremo consolazione e gioia attorno a noi, accompagnando da vicino parenti, amici e conoscenti.

La situazione di incertezza che si prolunga in molti paesi può produrre stanchezza e scoraggiamento. Ricorriamo uniti a nostra Madre: lei ci riempirà di speranza.

Inoltre vi chiedo di continuare a pregare per il progetto del quale vi ho scritto lo scorso mese di gennaio. Ora, concretamente, per una nuova circoscrizione della Prelatura eretta recentemente, che comprende le precedenti regioni dell’Africa Meridionale e Orientale.

Con la mia benedizione più affettuosa

vostro Padre



Roma, 1 maggio 2021