San Josemaría in un’opera d’arte nella parrocchia dei Santi Fabiano e Venanzio a Roma

Nella parrocchia romana dei Santi Fabiano e Venanzio è stata inaugurata un’opera d’arte che ritrae diversi santi e servi di Dio, tra i quali il fondatore dell’Opus Dei. In questo articolo il parroco e l’artista, ideatori dell’opera, ne parlano spiegando il riferimento alla comunione dei santi.

Opus Dei - San Josemaría in un’opera d’arte nella parrocchia dei Santi Fabiano e Venanzio a RomaDisegno di studio sulla figura di san Josemaría, di Andrea Pucci

La ripresa delle messe con il popolo, a maggio 2020 è coincisa con l’inaugurazione, a Roma nel quartiere Tuscolano, di una nuova opera nella parrocchia dei Santi Fabiano e Venanzio. Realizzata dall’illustratore Andrea Pucci (che ha disegnato anche per Disney), l’opera consiste in una serie di drappi che costeggiano la navata della chiesa e sui quali sono intessute le figure di santi in processione verso l’altare della chiesa.

Dettaglio dell'opera di Andrea Pucci nella chiesa dei Santi Fabiano e Venanzio

L’opera è nata da un’idea di don Fabio, parroco dei Santi Fabiano e Venanzio, insieme ad Andrea, che è anche catechista presso la parrocchia. È stata “un’avventura ambiziosa” ha scritto Andrea sul suo profilo Facebook. L’opera, infatti, ha l’obiettivo di rappresentare “la comunione dei santi, insomma ciò che ogni messa mostra e realizza: il Cielo sulla terra e la terra nel Cielo. Una processione festosa e orante che guarda con allegria verso la meta, in direzione del Santissimo. Questo era quello che desideravo tanto poter rappresentare!”.

Un altro dettaglio dell'opera di Andrea Pucci

"Una processione festosa e orante che guarda con allegria verso la meta, in direzione del Santissimo".

L’opera d’arte mostra santi di ogni epoca, da alcuni padri della Chiesa fino alla serva di Dio Chiara Corbella Petrillo, una ragazza romana morta nel 2012 e per la quale è in corso una causa di beatificazione.

Dettaglio dello studio dei santi in processione, disegni di Andrea Pucci

Tra i santi ritratti nell’opera troviamo anche san Josemaría, il fondatore dell’Opus Dei. “Abbiamo scelto di rappresentare anche san Josemaría” ha detto don Fabio, “perché crediamo che la sua sia una testimonianza bella e importante e ci teniamo che chi entra nella chiesa possa tenerla presente”.

Particolare dei disegni di studio in cui compaiono, tra gli altri, san Josemaría e la serva di Dio Chiara Corbella Petrillo

"crediamo che la testimonianza di san Josemaría sia bella e importante"

“La liturgia è comunione con tutta la Chiesa, sia terrena che del cielo” conclude don Fabio “per questo abbiamo scelto l’immagine dei santi in processione. Ci piaceva l’idea di provare a rappresentare in qualche modo la comunione dei santi. Serve a ricordarci che quando preghiamo e celebriamo la messa non siamo mai soli”.

La navata dei Santi Fabiano e Venanzio

Per chi desidera visitare i Santi Fabiano e Venanzio per vedere di persona l’opera, la chiesa si trova in via Terni, 92 nel quartiere Tuscolano a Roma.

La navata dei Santi Fabiano e Venanzio vista dall'altare