Maria, una semplice influencer

In questo articolo Carlotta, una ragazza di Verona che studia comunicazione all’università e violino al conservatorio, racconta la Giornata Mondiale della Gioventù di Panama dal suo punto di vista.

Opus Dei - Maria, una semplice influencer

Poche settimane fa si è conclusa la XXXIV Giornata Mondiale della Gioventù (GMG), a Panama. A causa della distanza, solo un piccolo gruppo di italiani è riuscito ad organizzare questo viaggio dall’altra parte del mondo: “Quando nel luglio 2016 papa Francesco - racconta Carlotta, ragazza veronese di 22 anni - annunciò tra gli applausi e il boato di migliaia di persone che Giornata Mondiale della Gioventù successiva si sarebbe svolta a Panama, pensai: ci sarò anch’io”.

Da Verona a Panama

Carlotta è partita per Panama con un gruppo di circa cinquanta ragazzi della diocesi di Verona e Vicenza. Insieme agli altri partecipanti italiani sono stati ospiti delle famiglie della chiesa Nostra Signora di Guadalupe: “Ci hanno accolto con grandissima generosità - continua Carlotta - ci hanno offerto le loro case, hanno cucinato per noi, ci hanno accompagnato lungo le strade della città. È stata un'occasione di scambio reciproco e di conoscenza: ci siamo sentiti davvero a casa!”


“Ogni mattina ci riunivamo insieme agli altri italiani nella chiesa per assistere alle catechesi e per partecipare alla messa. Ricordo con grande emozione il pomeriggio della Via Crucis, che ha dato inizio alla GMG vera e propria. Il luogo che avevano scelto per quel pomeriggio era il litorale vicino al mare, e poco lontano dai grattacieli del centro di Panama. L'ho vissuto con grande raccoglimento, anche grazie a una brezza marina che ci ha rinfrescati dal caldo umido e da un sole che giunto al finir del suo giorno ci salutava ormai tenue, come se anche lui stesse pregando!”

La protagonista della GMG: Maria

Maria e la sua risposta all’Arcangelo Gabriele sono stati i protagonisti di questa GMG: "Nell’inno ufficiale, nelle meditazioni e nelle messe le parole della Madonna continuavano ad essere ripetute. Anche per questo motivo - prosegue Carlotta - spero che in ognuno dei partecipanti sia nato il desiderio di farle proprie: Si faccia di me secondo la tua Parola! Maria è diventata la nostra vera compagna di viaggio: una giovane che come noi si è trovata davanti a scelte di vita importanti e davanti al rischio di essere incompresa dagli altri. Lei si è fidata completamente pur non sapendo che cosa sarebbe seguito: perciò è diventata per noi l'alleato a cui chiedere consiglio, il modello da imitare.

La veglia

Durante la veglia di preghiera del sabato, papa Francesco ha approfondito la storia di Maria: “Senza dubbio la giovane di Nazaret non compariva nelle reti sociali dell’epoca, lei non era una influencer, però senza volerlo né cercarlo è diventata la donna che ha avuto la maggiore influenza nella storia”. Queste parole hanno colpito molte persone, tra cui Carlotta: “Per unirci alla veglia di preghiera al Campo San Juan Pablo II abbiamo camminato per più di 10 chilometri con lo zaino in spalla. Le parole di papa Francesco ci hanno dato una grande forza, e insieme all’immagine di Maria influencer di Dio, mi hanno fatto capire come la vita possa acquistare un senso profondo quando si vive la fede nel Signore”.