L’intenzione mensile: pregare tutti con un cuore solo

Pubblichiamo l’intenzione mensile, valida dal 2 ottobre 2021 fino al 2 ottobre 2022, che il prelato propone ai fedeli e amici dell’Opus Dei.

Chi crede sa che la preghiera unanime e perseverante può ottenere tutto. Questa fiducia nel potere della preghiera è stata frequentemente commentata dal Papa, il quale chiede continuamente che i cristiani preghino per intenzioni particolari.

Tuttavia la preghiera e l’azione sono inseparabili: le intenzioni frutto dell’orazione si traducono in un profondo lavoro apostolico nei diversi ambienti. Per questo motivo, sin dalla metà degli anni cinquanta, san Josemaría iniziò a proporre un'intenzione mensile che fosse occasione di preghiera, di studio e di lavoro apostolico per molte persone.

Il fondatore dell’Opus Dei – e poi i suoi successori – hanno continuato a suggerire specifiche intenzioni per le quali pregare e lavorare. In qualche modo, san Josemaría desiderava fortemente che tutti sentissero come propri i bisogni dell’Opera, della Chiesa e del mondo, e pregassero e lavorassero unanimi. Con il passare del tempo, la consuetudine dell’intenzione mensile nella Prelatura si è concretizzata in diverse forme e durate (alcuni mesi, un anno, ecc.).

Intenzione dal 2-X-2021 al 2-X-2022

Il Prelato dell’Opus Dei suggerisce costantemente ai fedeli e agli amici della Prelatura di unirsi alle intenzioni di preghiera del Papa; inoltre propone, nel periodo compreso tra il 2 ottobre scorso e il 2 ottobre 2022, anche la seguente intenzione di preghiera:

Preghiamo il Signore per il progetto di miglioramento dell’azione di impulso e di coordinamento delle iniziative apostoliche che si sta elaborando in diverse circoscrizioni dell’Opera. Impegniamoci a contribuirvi con i nostri progetti e la nostra iniziativa apostolica, lasciandoci ispirare dallo Spirito Santo. Spendendo i nostri talenti lì dove siamo, diventiamo lievito cristiano. Dio è il Signore della Storia e conta su di noi per rinnovare il mondo.