12 maggio, la festa del beato Álvaro

In occasione della festa del beato Álvaro (12 maggio), pubblichiamo dei testi e delle meditazioni audio dedicati al primo successore di san Josemaría alla guida dell’Opus Dei.

Opus Dei - 12 maggio, la festa del beato Álvaro

Nell'introduzione del libro “In ogni circostanza. L'intercessione del beato Álvaro del Portillo”, così si esprime il cardinale Angelo Amato riferendosi ai santi: Annunziatori e operatori di valori universali, i santi si propongono come mediatori nella costruzione della pace, nella dedizione a favore della solidarietà e dell'assistenza alle persone più indigenti, nella tutela della vita in tutte le sue fasi, nella salvaguardia del creato, nella difesa della coscienza, nella libertà religiosa, criterio e fondamento di tutte le libertà.

Chi era quindi il beato Álvaro? Una persona mite, che si fidava di Dio e sempre di buon umore anche quando le circostanze erano difficili. Ne parla don Victor Tambone in questa breve meditazione audio

Un’altra caratteristica importante della vita del beato Álvaro è stata senza dubbio la sua amicizia con il fondatore dell’Opus Dei, san Josemaría. Di questa amicizia parla don Ermanno Tubini, che ha avuto il dono di poter vivere con il fondatore e con il beato Álvaro, in questa breve meditazione audio sull’amicizia

«Sapere che siamo figli molto amati di Dio ci aiuterà moltissimo. Come dote inseparabile di questo dono preziosissimo, giunge nell'anima il gaudium cum pace, la gioia e la pace». (Beato Álvaro)

Con questa "Novena della Serenità" possiamo ricorrere all'intercessione del beato Álvaro per ritrovare la serenità in situazioni difficili o ad allinearci maggiormente con la volontà di Dio.

Clicca sull'immagine per leggere la novena