“Dobbiamo stare vicino a loro in questa tragedia”

Recentemente il Prelato dell’Opus Dei ha insistito sulla necessità di pregare per coloro che hanno perduto il lavoro a causa della crisi economica.

Vi chiedo una cosa: non fate passare un solo giorno, non fate passare un solo giorno, non fate passare un solo giorno – ve lo dico tre volte perché vi si imprima bene in mente –, senza pregare per i disoccupati, per coloro che hanno perduto il lavoro. Dobbiamo stare vicino a loro in questa tragedia.

Vi racconterò una cosa che scrisse san Josemaría. Un uomo che godeva di una posizione economica di un certo rilievo gli disse: "Padre, io non so se sono onesto o meno, perché non mi sono mai mancati i mezzi economici, perché quando mia moglie e i miei figli si sono ammalati ho avuto modo di portarli là dove potevano curarli, perché quando arrivava il periodo di riposo abbiamo avuto la possibilità di andare in villeggiatura. Non mi è mancato nulla. Per questo dico sinceramente che non so se sono onesto vedendo la situazione in cui oggi si trovano molte persone".

Figli miei, in questi momenti di crisi, non possiamo vivere dicendo: "io penso ai fatti miei; gli altri si arrangino". No! Dobbiamo pregare perché trovino una soluzione ai loro problemi.