Quattro Santuari tracciano la “Rotta Mariana”: un significativo percorso europeo

I quattro santuari più importanti dei Pirenei centrali hanno costituito l’“Associazione Rotta Mariana”, iniziativa che ha come obiettivo la creazione di un itinerario per i centri di pellegrinaggio di Pilar-Torreciudad-Lourdes-Montserrat,

Notizie

EUROPA/SPAGNA - Quattro Santuari tracciano la “Rotta Mariana”: un significativo percorso europeo caratterizzato da una grande ricchezza culturale e religiosa

Madrid (Agenzia Fides) - I quattro santuari più importanti dei Pirenei centrali hanno costituito l’“Associazione Rotta Mariana”, iniziativa che ha come obiettivo la creazione di un itinerario per i centri di pellegrinaggio di Pilar-Torreciudad-Lourdes-Montserrat, e che secondo i suoi promotori “è chiamata ad essere un percorso europeo molto significativo, dovuto alla grande ricchezza culturale e religiosa che ognuno di questi luoghi mariani conserva”.

La presentazione del progetto ha avuto luogo presso la Fiera Internazionale del Turismo di Madrid (FITUR). L’iniziativa è sorta tenendo conto della celebrazione, nel corso del 2008, di due eventi di carattere internazionale: l’Anno Giubilare di Lourdes nel 150º anniversario delle Apparizioni della Vergine e l’Esposizione Internazionale dell’Acqua nella città di Saragozza, dove la Santa Sede avrà un padiglione nel quale presenterà l’importanza dell’acqua dall’origine della terra e nella storia dell’umanità, la sua spiritualità biblica e storica, e l’impegno della Chiesa per una giusta distribuzione dell’acqua.

La nuova “Rotta Mariana”, che collega in un raggio di circa 300 Km i Santuari innalzati in onore della Santissima Vergine, offre ai visitatori arte e spiritualità, patrimonio e pace, immersi in ambienti naturali ineguagliabili. P. Joseph-Enric Parellada, Rettore del Santuario di Montserrat e Direttore del Dipartimento di Pastorale del Turismo, Santuari e Pellegrinaggi della Conferenza Episcopale Spagnola, ha spiegato l’importanza di questa rotta mariana quale “segno di speranza, nel quale si creano motivi di unione e di comunione tra i Santuari della Spagna”.

Il Santuario del Pilar, secondo il decano della Basilica del Pilar di Saragozza, Manuel Almor, è “il Santuario più antico del mondo, datato 2 gennaio dell’anno 40 dell’era cristiana”. Secondo un’antichissima tradizione mariana, “nell'anno 40 della nostra era, la Vergine Maria venne in carne mortale a Saragozza, per confortare l’Apostolo San Giacomo mentre predicava il Vangelo sulle rive dell’Ebro”, lasciandogli come testimonianza una colonna. Da allora, il Santuario di Nostra Signora del Pilar è diventato, per migliaia e migliaia di persone, luogo di pellegrinaggio e di profonda devozione mariana.

Nostra Signora di Torreciudad è un’invocazione mariana che risale al secolo XI. La caratteristica di Torreciudad, sin dalle sue origini, è il protagonismo delle famiglie durante i suoi nove secoli di storia. La costruzione del Santuario è stata possibile grazie allo sforzo e alla devozione di San Josemaría Escrivá de Balaguer, fondatore dell’Opus Dei, come ringraziamento per la guarigione ottenuta a due anni. Il Santuario è stato terminato nel 1975 con l’aiuto e l’appoggio di migliaia di fedeli e devoti della Vergine.

Lourdes, da parte sua, spicca per essere il secondo luogo di pellegrinaggio cattolico del mondo, dopo Roma. Lourdes era un piccolo paese fino a che nel 1858 la Vergine è apparsa a Bernardette Soubirous, un’umile ragazza del posto. È stata la prima delle 18 apparizioni. Questi fatti hanno trasformato Lourdes in una città mariana, fino a trasformarsi in quello che è oggi, uno dei principali santuari mariani del mondo.

La montagna di Montserrat, situata a 50 km da Barcellona, ospita il santuario della Vergine ed il Monastero benedettino. L’incomparabile cornice naturale fa del Santuario non solo un posto di incontro e di preghiera, ma un ricco patrimonio culturale e naturale. La Basilica risale al secolo XVI e conserva al suo interno l’immagine della Vergine, “La Morenita”, chiamata familiarmente così per il suo colore scuro. Si tratta di una pala romanica di legno della fine del XII secolo. Nel 1881, la Vergine di Montserrat è stata proclamata Patrona della Catalogna da Papa Leone XIII. (RG) (Agenzia Fides 13/2/2008)