Archivio

Ci sono 6165 risultati
I santi della «porta accanto»

I santi della «porta accanto»

Nel 2004 Carlos Eduardo è stato colpito alla schiena da un proiettile. Ha perduto il lavoro e ha perduto la voglia di vivere. Però la fede è entrata nella sua casa grazie a uno dei suoi figli. Una storia di speranza.

Testimonianze
Isidoro Zorzano, dacci una mano

Isidoro Zorzano, dacci una mano

Venti giorni fa il nostro frigorifero cominciò a cedere. Ben sapendo che si trattava di una spesa importante, ho cominciato a chiedere aiuto a Isidoro nei modi cordiali che uso sempre: Isidoro Zorzano, dacci una mano.

Favori ricevuti
Saxum: i luoghi della fede - Campo dei pastori

Saxum: i luoghi della fede - Campo dei pastori

In questa regione Davide pascolava i greggi di suo padre quando fu unto da Samuele e, tre generazioni prima, la sua bisnonna Ruth spigolava i campi di frumento e di orzo dei mietitori di Booz. Secoli dopo, quando si compì il momento della venuta del figlio di Dio sulla terra, qui ebbe luogo il primo annuncio della nascita di Gesù.

Saxum
2. Il segno della fede cristiana

2. Il segno della fede cristiana

Il segno della croce è memoria del nostro Battesimo, ecco perché è importante che ai bambini sia insegnato in maniera corretta. Continuano le catechesi di papa Francesco sul Battesimo.

Il Battesimo
Opus Dei e Franchismo: la storia dietro al mito

Opus Dei e Franchismo: la storia dietro al mito

Attraverso un’attenta ricostruzione storiografica e d’archivio, il saggio “La formazione di una grande narrazione sull’Opus Dei” dello storico Jaume Aurell, pubblicato in Studia et Documenta, Rivista dell’Istituto Storico san Josemaría Escrivá, vol. VI, num. 6, (2012), pp. 235-294, indaga il rapporto tra Opus Dei e Franchismo nella Spagna degli anni 1939-1975. Ne proponiamo un riassunto.

La storia
La soluzione più inaspettata e sorprendente

La soluzione più inaspettata e sorprendente

«Prima di addormentarmi ho intensificato le mie preghiere attraverso don José María. Ricordo di aver gridato in preda a una certa disperazione “La nave, la nave...”, mentre concludevo le preghiere. Alcune ore più tardi, quando già albeggiava, suonò il cellulare di mio genero...».

Favori