građanin

Il mondo ci aspetta. Sě!, amiamo appassionatamente questo mondo perché Dio ce l’ha insegnato: ŤSic Deus dilexit mundum...ť — Dio ha tanto amato il mondo — e perché č il nostro campo di battaglia — una bellissima guerra di caritŕ —, affinché tutti raggiungiamo la pace che Cristo č venuto a instaurare.

Tekstovi za molitvu

Il mondo ci aspetta. Sě!, amiamo appassionatamente questo mondo perché Dio ce l’ha insegnato: ŤSic Deus dilexit mundum...ť — Dio ha tanto amato il mondo — e perché č il nostro campo di battaglia — una bellissima guerra di caritŕ —, affinché tutti raggiungiamo la pace che Cristo č venuto a instaurare.

Solco, 290

Lontano — laggiů, nell’orizzonte — sembra che il cielo si unisca alla terra. Non dimenticare che, dove veramente la terra e il cielo si uniscono, č nel tuo cuore di figlio di Dio.

Solco, 309

Dio ci vuole molto umani

Se accettiamo la responsabilitŕ di essere suoi figli, vedremo che Dio ci vuole molto umani. La testa deve arrivare al cielo, ma i piedi devono poggiare saldamente per terra. Il prezzo per vivere da cristiani non č la rinuncia a essere uomini o la rinuncia allo sforzo per acquistare quelle virtů che alcuni posseggono anche senza conoscere Cristo. Il prezzo di ogni cristiano č il Sangue redentore di Gesů nostro Signore che ci vuole — ripeto — molto umani e molto divini, costanti nell'impegno quotidiano di imitare Lui, perfectus Deus, perfectus homo.

Amici di Dio, 75

ŤČ tempo di speranza — mi dici —, e vivo di questo tesoro. Non č una bella frase, Padre, č una realtŕť.

Allora..., il mondo intero, tutti i valori umani che ti attraggono con una forza enorme — amicizia, arte, scienza, filosofia, teologia, sport, natura, cultura, anime... —, tutto questo riponilo nella speranza: nella speranza di Cristo.

Solco, 293

Distribuire gioia

Tu che vivi in mezzo al mondo, che sei un cittadino qualsiasi, a contatto con uomini ritenuti buoni o cattivi... tu devi sentire il desiderio costante di dare alla gente la gioia che tu provi, per il fatto di essere cristiano.

Solco, 321

Hai bisogno di formazione, perché devi avere un profondo senso di responsabilitŕ, che promuova e incoraggi l'azione dei cattolici nella vita pubblica, nel rispetto dovuto alla libertŕ di ciascuno e ricordando a tutti che devono essere coerenti con la propria fede.

Forgia 712

Con pieno diritto di cittadinanza

Come uomo, il cristiano ha pieno diritto di cittadinanza nel mondo. Se poi accetta che Cristo viva e regni nel suo cuore, l'efficacia salvifica del Signore si manifesterŕ in tutte le sue opere: poco importa che esse siano rilevanti o modeste, perché agli occhi di Dio una vetta umana puň essere bassezza, e quel che chiamiamo umile o modesto puň essere un vertice cristiano di santitŕ e di servizio.

Č Gesů che passa, 183

L’Apostolo ha anche scritto che Ťnon c’č distinzione tra gentile e giudeo, tra circonciso e incirconciso, tra barbaro e scita, tra schiavo e libero, ma Cristo č tutto ed č in tuttiť.

Queste parole valgono oggi come ieri: di fronte al Signore, non esistono differenze di nazione, di razza, di classe, di stato... Ognuno di noi č rinato in Cristo, per essere una nuova creatura, un figlio di Dio: siamo tutti fratelli, e da fratelli ci dobbiamo comportare.

Solco, 317

Tu, per la tua condizione di cristiano, non puoi volgere le spalle ad alcuna inquietudine, ad alcuna necessitŕ degli uomini tuoi fratelli.

Forgia, 453

Che fare dunque?

Vi dicevo che il mio intento non era di descrivere crisi sociali o politiche, franamenti e malattie culturali. Considerando le cose alla luce della fede cristiana, mi riferisco al male nel senso esatto di offesa a Dio. L'apostolato cristiano non č un programma politico o un'alternativa culturale: esso implica la diffusione del bene, il contagio del desiderio di amare, una semina effettiva di pace e di gioia. Non v'č dubbio che da tale apostolato deriveranno benefici spirituali per tutti: piů giustizia, piů comprensione, piů rispetto dell'uomo per l'uomo.

Č Gesů che passa, 124

Questo č il tuo compito di cittadino cristiano: contribuire a far sě che l’amore e la libertŕ di Cristo presiedano tutte le manifestazioni della vita moderna: la cultura e l’economia, il lavoro e il riposo, la vita di famiglia e la convivenza sociale.

Solco, 302